fbpx Trentino Alto-Adige | Yookye

Trentino Alto-Adige


La regione italiana più settentrionale dell'Italia, costituisce dal 1948 una regione autonoma a statuto speciale formata da due regioni. L'Alto-Adige a nord che corrisponde alla provincia autonoma di Bolzano essenzialmente di lingua e cultura tedesche, trae il nome dal fiume Adige, di cui occupa la sezione superiore del bacino idrografico; il Trentino a sud che corrisponde alla provincia autonoma di Trento di lingua e cultura italiane, deriva il suo nome da quello del capoluogo. Caratterizzata da un meraviglioso paesaggio, il Trentino Alto-Adige vanta una natura ancora vergine ed incontaminata, là dove spiccano splendide vallate, laghi, ruscelli e, ovviamente, le imponenti vette che dominano l'intera regione e ospitano numerose stazioni di villeggiatura, invernali ed estive come Madonna di Campiglio, San Martino di Castrozza, Corvara, Canazei, Alpe di Siusi, Val Gardena, Val Badia e tantissime altre che godono di grande fama e notorietà.

L’Alta Badia comprende sei paesi (Corvara, Colfosco, La Val, La Villa, Pedraces, San Cassiano) incorniciati dalle imponenti vette dolomitiche. Paradiso sciistico e meta ideale per escursionisti, ricca di tradizioni e importanti manifestazioni, l’Alta Badia è da anni una delle zone più famose e affascinanti delle Dolomiti. D’inverno, oltre che offrire un comprensorio sciistico fra i più vasti delle Alpi, è punto di partenza per il famoso Giro del Sella Ronda, conosciuto come Giro dei Quattro Passi. D’estate sono molteplici le passeggiate di varie difficoltà che si possono affrontare sulle magnifiche cime circostanti. Si distingue anche per la presenza di alcuni ristoranti guidati da chef fra i migliori d’Italia.

Andalo è un comune di poco più di mille abitanti della provincia di Trento, ideale per chi ama lo sci ed il divertimento, facente parte con Fai della Paganella del comprensorio di Fai della Paganella. Ubicato in un'ampia conca fra le Dolomiti di Brenta e i pendii sciabili della Paganella, è dotato di numerose strutture alberghiere in grado di soddisfare ogni esigenza ed infrastrutture per diversi tipi di sport. Caratteristica apprezzata dagli sciatori è la presenza vicina al centro di ben 2 partenze degli impianti di risalita, e l’arrivo delle piste da sci fino in paese.

 

Bolzano

Bolzano è definita come Capitale delle Alpi. Infatti vi hanno sede il Museo Archeologico con Ötzi, l'uomo dei ghiacci ed il museo internazionale della montagna di R.Messner. A Bolzano convivono tre gruppi linguistici: l'italiano, il tedesco e il ladino. Numerosi sono i castelli sul territorio comunale(la conca di Bolzano è stata dichiarata la zona con la più alta densità di castelli in Europa). Da visitare in centro storico Castel Mareccio.

Merano

Merano è una località altoatesina in provincia di Bolzano circondata dalle montagne. Si trova all'inizio di quattro importanti valli: la Val Venosta, la Val Passiria, la Val d'Adige e la Val d'Ultimo. Merano gode di un'antica tradizione turistica come città di cura e come centro turistico. Il centro storico offre numerose attrazioni artistiche, mentre nei dintorni è possibile trovare le più svariate attività: musica, sport, escursionismo, enoturismo, terme, congressi.

 

Val Gardena

La Val Gardena si estende per circa 25 km nella parte nord-occidentale delle Dolomiti dell’Alto Adige. La vallata si innalza da Ponte Gardena (471 m) fino al Gruppo del Sella, con i Passi Sella e Gardena, che segnano da confine con altre vallate ladine. Lungo la valle si trovano i comuni di Selva Gardena, di Ortisei e di Santa Cristina. Oltre che luogo ideale per tutti gli sport invernali e per lunghe escursioni fra le cime più affascinanti delle Dolomiti, la Val Gardena è famosa per l’artigianato artistico col legno. La scultura nel legno, che vanta ormai una tradizione secolare, rappresenta tutt’oggi uno dei rami più importante dell’industria moderna in Val Gardena, pur conservando la sua natura di attività puramente artigianale che produce opere originali, raffinate e fantasiose.

 

Trento

Trento sorge in epoca romana sovrastata dal Doss Trento sulla sponda destra del fiume Adige dove si trova oggi il Mausoleo dedicato a Cesae Battisti. Il centro storico venne spostato sulla riva opposta del fiume e intorno ad esso fu realizzata un'altissima cinta muraria. Intorno all'anno Mille, Corrado II, volle creare a Trento il Principato Vescovile e questo rese la città un punto di riferimento per religiosi. La sua importanza divenne talmente rilevante che Trento fu il luogo in cui si tenne il Concilio di Trento e le relative riforme.

Oggi la sua economia si basa essenzialmente sul settore industriale dove si osserva anche un'attività agricola molto importante. Rilevante è anche il settore del turismo, in particolar modo quello culturale ed escursionistico; sono ancora oggi molto diffuse le lavorazioni del legno, del ferro battuto, finalizzate in particolar modo alla realizzazione di mobili e arredamenti.

La temperatura a Trento subisce il fenomeno del Foehn con estati calde che superano i 30°C fino a toccare i 35°C specialmente nella conca di Bolzano che risulta spesso essere la città italiana più calda in estate. L'inverno è rigido nelle aree più elevate, la temperatura può scendere a -30°C. Il lago di Garda però mitiga le temperature rendendole più attenuate.Trento offre molte opportunità di svago, cultura e sport. Tra le cose da vedere ci sono la Basilica di San Vigilio, lo storico Castello del Buonconsiglio, il Mart di Rovereto nelle vicinanze di Trento, il Palazzo Pretorio e la Torre Civica, il Palazzo Roccabruna.

 

Madonna di Campiglio

Madonna di Campiglio si trova nel cuore della Val Rendena, nel Trentino occidentale. Ad oriente la valle è delimitata dalle Dolomiti di Brenta, mentre sull'altro versante, a separarla dalla Lombardia, si innalza il Gruppo dell'Adamello e della Presanella. Questi due imponenti gruppi montuosi conferiscono alla valle una cornice spettacolare. Montagne che, nonostante la loro imponenza ed estensione, sono tutt´altro che inaccessibili: esiste infatti una fitta e capillare rete di sentieri che consentono di raggiungere i numerosi rifugi posti a quote anche molto elevate. Madonna di Campiglio si distingue comunque per il comprensorio sciistico fra i più famosi delle Alpi. La varietà dell’ambiente naturale assicura d’inverno la possibilità di percorrere, partendo dal centro del paese e ritornandovi senza mai togliere gli sci, 60 chilometri di piste sempre diverse per grado di difficoltà.

 

San Martino di Castrozza

San Martino di Castrozza è una nota località turistica della provincia di Trento, circondata dal Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino e collocata nell'alta valle del Primiero. Altissime e selvagge, le Pale sono l'inconfondibile icona di questo bel paese di montagna: possenti torri di roccia che attrassero fin dall'800 i pionieri dell'apinismo dolomitico. Un tempo pascolo di Fiera di Primiero, oggi San Martino di Castrozza è il centro più importante della vallata, nonchè elegante ed animata capitale alpina, che costituisce il punto più meridionale del carosello del Dolomiti Superski, il più grande consorzio sciistico esistente in Europa. Il fascino del paesaggio è aumentato e tutelato dalla presenza del Parco Naturale, lungo i cui sentieri si possono fare escursioni con le ciaspole e si trovano diversi anelli di fondo. Per lo sci da discesa, tutta la vallata fa riferimento a San Martino e ai suoi 60 chilometri di piste. Imperdibile Passo Rolle, che collega San Martino di Castrozza con Predazzo, in val di Fiemme.