fbpx Friuli Venezia Giulia | Yookye

Friuli Venezia Giulia


Il Friuli – Venezia Giulia è una terra di confine in molti sensi, è una Regione a Statuto Speciale dell'Italia nord-orientale con capoluogo Trieste. Prende il nome dalle due Regioni storico-geografiche: il Friuli, (Province di Pordenone, Udine e Gorizia), e la Venezia Giulia (Provincia di Trieste) che, con Veneto e Trentino-Alto Adige, forma l'area geografica del Triveneto.

Pochissime regioni a livello mondiale vantano una varietà culturale, naturale, enogastronomica e folcloristica così ampia in un territorio tanto limitato. Regione a statuto speciale, comprende due zone ben distinte fra loro per storia e tradizione: il Friuli (province di Udine e Pordenone) e la Venezia Giulia (province di Trieste e Gorizia). La regione vanta un patrimonio storico e culturale molto ricco: ogni centro ha il suo museo e riesce a sorprendere con la sua pluralità di stili architettonici.

La parte del Friuli Venezia Giulia è costituita da territorio montano con vallate e fiumi, tra cui il Tagliamento e il Fella. Sono presenti le Dolomiti friulane le cui punte raggiungono anche i 2800 metri circa. A sud delle Prealpi Giulie è presente l'altopiano del Carso che arriva fin quasi alle coste bagnate dall’Adriatico. L'area collinare è situata a Sud di quella montana e lungo la parte centrale del confine con la Slovenia. L'area pianeggiante che dalle colline arriva fino al mare Adriatico fa parte della cosiddetta pianura friulana, appartenente alla pianura veneto-friulana, ed è usualmente distinta in alta e bassa friulana.

Il clima è variegato: va dal sub-mediterraneo delle zone costiere, a quello temperato e più umido nelle pianure e nelle zone collinari, fino al clima alpino delle montagne. La zona marina gode di un clima tra i più secchi d'Italia. Bora, Scirocco, Maestrale, brezze: i venti che spazzano la costa si alternano durante l’anno, e caratterizzano queste zone. La montagna presenta un clima più rigido e piovoso, con neve anche a quote più basse.

 

Le Città e il Litorale

Trieste è la città italiana più centrale d’Europa, ricca di storia e di cultura, vanta un patrimonio artistico antico e moderno di altissimo valore. L’eleganza della città traspare nei suoi palazzi che parlano con il linguaggio neoclassico, liberty, eclettico e barocco. Il centro storico offre molte testimonianze di storia e arte tra cui l’Arco Riccardo, la trecentesca cattedrale e il castello di San Giusto. Un fascino particolare emana Piazza dell’Unità d’Italia, di chiara impronta viennese, circondata su tre lati da palazzi neoclassici, mentre il quarto lato si apre sul mare. Sul tratto costiero si apre l’ampio golfo che accoglie la città di Trieste con il suo porto e scogliere mozzafiato con castelli a picco sul mare, tra cui lo spettacolare castello di Miramare. Tra le eccellenze del Friuli – Venezia Giulia spicca l’antica città di Aquileia, uno dei più importanti centri dell’Impero Romano. Dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, Aquileia è ricca di testimonianze come il foro, i resti del porto fluviale e la Basilica, uno dei più alti esempi di arte paleocristiana.

Il turismo è ben sviluppato, soprattutto nelle località balneari di Lignano Sabbiadoro e Grado, nel centro storico di Udine e grazie ai numerosi agriturismi e vigneti. Nella stagione invernale le località alpine (Piancavallo, Tarvisiano, Ravascletto e Forni di Sopra) sono frequentate per le mete sciistiche. Altre città che meritano una visita sono Gorizia e Pordenone. Gli ambienti incontaminati del Friuli – Venezia Giulia offrono mille occasioni per una vacanza indimenticabile all’insegna dell’attività fisica, del benessere e del divertimento. Le diverse aree protette permettono di passeggiare e fare percorsi naturalistici: dalla Riserva della Valle Cavanata, adatta anche al birdwatching, al Parco Naturale delle Dolomiti, regno dell’alpinismo e dell’arrampicata. Per una vacanza rigenerante all’insegna di salute, benessere e bellezza si possono raggiungere i rinomati centri termali, tra cui le Terme di Grado.

 

Cosa mangiare

La cucina regionale è semplice e originale, frutto dell’incontro della grande tradizione italiana con quella del mondo tedesco e slavo. Il prodotto tipico per eccellenza è il prosciutto di San Daniele, conosciuto ed esportato in tutto il mondo, seguito dal formaggio di Montasio DOP e dal prosciutto affumicato di Sauris. Tra gli insaccati spiccano i salami, le soppresse, le salsicce e il musèt con la brovada, cioè il cotechino servito con rape inacidite nella vinaccia. Piatti caratteristici sono la polenta, la porcina, composta di carni di maiale lessate e di insaccati serviti con crauti e senape, zuppe e minestre di verdure e legumi. Sapida e gustosa è la jota, a base di patate, fagioli, salsiccia e crauti. Amatissimo è il gulash che, originario dell’Ungheria, si diffuse presto in tutto l’Impero Asburgico.

Per quanto riguarda i secondi, l’agnello al Kren (con il rafano) e la polenta concia preparata col montasio, sono i piatti forti e gustosi. Molto amati fagiano, lepre, cinghiale e capriolo da cucinare in vari modi. Sull’Adriatico si possono provare le specialità di pesce: le canocchia alla busara, le sarde in savor e le granceole alla triestina. Il dolce regionale più diffuso è la gubana, un involucro di pasta ripieno di frutta secca. Squisiti sono anche gli strudel, le torte alla frutta e le palacinke (crespelle imbottite di noci). E che dire della produzione vitivinicola del Friuli – Venezia Giulia? È molto ricca di vini di alta qualità, sia rossi che bianchi, da abbinare ai gustosi piatti della tradizione friulana, tra cui il Picolit, il Refosco, il Terrano, la Malvasia, il Tocai, la Rebula. Il Friuli – Venezia Giulia è rinomato, infine, anche per la produzione di distillati, tra cui le grappe, da quelle tradizionali a quelle aromatizzate.